faq
 Home    faq

  1. Solitamente questa domanda viene effettuata per diminuire i costi accessori, ma è utile tener presente che meno si paga il professionista e meno questo avrà a cuore la propria tutela.

  1. Utile per capire se sia o meno un professionista.

  1. Importante saperlo onde evitare di dover anticipare spese per conto dei morosi;

  2. Importante sapere per eventuali e ulteriori spese legali da affrontare;

  3. Importante saperlo, perché potrebbe rappresentare il pericolo di avere immobili nello stabile che causerebbero un abbassamento di valore indiretto del proprio immobile.

  1. È davvero utile capire prima quali spese condominiali bisogna sostenere, esaminando il preventivo spese, poi anche il consuntivo della gestione precedente e determinare così il reale valore al mese delle spese da aggiungere ai consumi (luce+acqua+gas+imu ed eventuale mutuo).

  1. Conoscere i rapporti di vicinato è sempre utile.

  1. Informazione necessaria per conoscere esattamente cosa è permesso fare e cosa no nello stabile.

  1. Solitamente i rendimenti possono essere medi con il 5% per il residenziale con un contratto 4+4, oppure, ottimi con l'8/10% per il residenziale con un contratto 4+4.

  1. Solitamente con il mutuo il saldo è al 100%;

  2. Utile per comprendere quale quota di caparra versare e soprattutto per capire le tempistiche e quanto versare.

  1. Solitamente per la prima casa: imposta di registro del 2%;

  2. Solitamente per la seconda casa: imposta di registro 9%;

  3. Modalità di calcolo: le imposte sono calcolate sulla rendita catastale moltiplicata per il coefficiente prima e seconda casa, se si acquista dal costruttore l'Iva è al 4% prima casa e al 10% sono le imposte catastali e ipotecarie da 50 a 200.

  1. Necessario per conoscere oltre l'acquisto quali altre spese sostenere;

  2. Avere un quadro generale delle spese, che comprendono: notaio, tasse, agenzia, broker finanziario, spese bancarie, spese condominiali, imu, tari, tasi eccc...

  3. Affidarsi a professionisti del settore aiuta ad avere un prospetto delle spese preciso.

  1. Per capire l'immobile è libero al rogito;

  2. Per capire se la consegna dell'immobile avverrà post rogito e/o instituire penali per la data di consegna;

  3. Per capire se la consegna non sarà contestuale e ottenere eventualmente una trattativa sul prezzo, oppure un riconoscimento economico (o di altro tipo) per il tempo in cui l'immobile è utilizzato dal venditore.

  1. Importante avere questa informazione per capire se sia un soggetto fallibile dopo i 5 anni dall'acquisto;

  2. Utile a comprendere se bisogna pagare l'Iva o l'imposta di registro.

  1. Aiuta a comprendere se il proprietario è disponibile a una trattativa oppure rigido sul prezzo.

  1. Necessario per avere un'idea precisa della distribuzione degli spazi;

  2. Necessario per avere contezza della rendita catastale e calcolare le tasse d'acquisto;

  3. Necessario per capire se lo stati dei luoghi rappresenta lo stato reale dei fatti.

  1. Importante conoscere se ci sia un'ipoteca sull'immobile, di che tipologia e le eventuali modalità di estinzione (contestuale oppure antecedente).

  1. Importante saperlo, solitamente rappresenta un valore aggiunto nell'acquisto e nella vendita, inoltre aiuta a prendere il reale valore di mercato dell'immobile;

  2. Utile per tenere riparata la macchina e come spazio ulteriore e/o cantina.

  1. Importante conoscere l'efficienza energetica dell'immobile;

  2. Si può comprendere il futuro risparmio economico dei consumi.

  1. Importante saperlo e conoscere lo stato dei fatti, per eventuali future spese e lavori da effettuare;

  2. Se dovessero essere vetusti potrebbero essere un'ottima ragione per trattare sul prezzo.

  1. Bisogna capire se i lavori effettuati sono stati eseguiti rispettando i progetti presentati per non sostenere successivamente dei costi di sanatoria;

  2. Serve a non avere problemi con il perito per l'erogazione del mutuo che potrebbe sospendere la pratica di perizia per difformità con la scheda catastale e il progetto, oppure, per la mancanza totale di pratica edilizia per le variazione di distribuzione degli interni.

  1. Serve a comprendere la vetustà dello stabile;

  2. Ragionare sugli eventuali adeguamenti normativi necessari in base all'anno di costruzione;

  1. Importante per capire se l'immobile è in vendita da molto tempo e se il venditore è disposto ad accettare un prezzo più basso.

  1. Varie possono essere le motivazioni, ma solitamente: perché sta comprando un altro immobile (più grande o più piccolo), oppure è in cerca di una casa indipendente; è un'eredità; si trasferisce; ecc...

  2. Sta vendendo in quanto l'immobile rischia di andare all'asta e si procede in saldo e stralcio.

  3. Si trasferisce in un'altra città, regione o nazione.

Hai bisogno di aiuto? Contattami